Digital Monitoring: l’importanza di monitorare la rete per un #SMM efficace!

Digital-Monitoring-Insocialmedia

La crescente diffusione dei Social Media ha spinto sempre più aziende a investire su piattaforme come Facebook, Twitter, Instagram e simili strumenti social. Non è però sufficiente attivare questi canali ed essere presenti, è necessario anche effettuare un’analisi delle performance online per determinare il successo di una campagna di Social Media Marketing.

I Social Network sono diventati il canale preferenziale su cui condividere aggiornamenti e notizie, ricchi di informazioni riguardo al target di riferimento e uno strumento su cui coinvolgere per raggiungere i risultati prefissati. Per studiare la partecipazione social è utile implementare una strategia di Digital Monitoring, cioè uno studio delle conversazioni generate dagli utenti.

Le attività di Digital Monitoring sono un prezioso strumento perchè conferiscono maggiore valore al brand e lo rendono più competitivo. È nello scambio e nell’interazione che il marchio si costruisce una reputazione sul web, quindi è importante stabilire un dialogo con gli utenti e creare una community, attraverso analisi, pianificazione e ascolto. L’obiettivo è costruire un programma e un piano di misurazione per realizzare una buona e-reputation e costruire un’immagine solida e di prestigio.

Per tracciare un piano di monitoring bisogna andare oltre alle semplici statistiche, esaminare la coerenza tra analisi online e offline, concentrarsi su indicatori qualitativi e quantitativi, pianificare un’attività di web marketing. Verificare come si muovono i competitors, i leader e chi è in grado di influenzare nel settore in cui si opera. Queste attività possono aggiungere valore al marchio, renderlo più vicino alle persone, con la possibilità di stabilire un rapporto continuativo con gli utenti.

Il raggiungimento degli obiettivi legati alle attività sui social media può essere misurato attraverso tre metodologie d’indagine. Con l’analisi delle relazioni per individuare le reti di persone che seguono gli account, analisi delle conversazioni utile a comprendere le discussioni che avvengono in rete attorno ad un marchio o a una tematica. Infine un’analisi delle interazioni è necessaria per misurare la capacità di un’azienda di entrare in relazione con la propria audience. Un’accurata attività di Social Media Marketing non si traduce necessariamente in un aumento delle vendite e dei profitti, o per lo meno non immediatamente, ma senza dubbio contribuisce ad accrescere la presenza del marchio sul web e a creare una positiva reputazione.

I Social Network sono uno strumento potentissimo per chi vuole puntare sulla brand reputation, danno la possibilità di raggiungere gli utenti in ogni momento della giornata direttamente dallo smartphone, permettendo uno scambio di informazioni bidirezionale. Le imprese riescono così a conoscere meglio i propri clienti per capirne i comportamenti e i bisogni, in questo modo si possono proporre contenuti nuovi e innovativi per soddisfare le esigenze del pubblico, un utente soddisfatto farà la migliore e spontanea pubblicità.

In un mondo in cui LinkedIn è l’alternativa digitale al curriculum e Facebook è diventato l’aggregatore di news anche in ambito business, è bene ricordare che ogni azione compiuta in rete ha potenziali ripercussioni sulla sfera lavorativa per gli utenti, sia in positivo come un biglietto da visita come accade per gli influencer sia in negativo come nei casi di allontanamento dal luogo di lavoro a seguito di affermazioni espresse sui social.

La misurazione delle attività online e l’interpretazione dei dati raccolti sono una sfida per i marketer, che devono riuscire a definire e implementare una strategia di Social Media Marketing. Il monitoraggio dei dati è la capacità di registrare un dato con obiettività e con misurazioni specifiche, in modo da sviluppare una descrizione oggettiva della situazione.
Gli operatori digitali dovranno dunque saper identificare le possibili soluzioni e metterle in pratica sulla base degli strumenti e delle risorse disponibili ricavate grazie al Digital Monitoring, una tra le attività più difficili per chi lavora nel mondo digitale. È tempo di superare la fase del semplice uso dei social media e di occuparsi solo del numero di follower senza costruire relazioni. Per essere efficaci nel mondo digitale è importante progettare attività che generino coinvolgimento e partecipazione da parte del pubblico in una dinamica incrementale in cui il brand diventa protagonista grazie al contributo dei suoi follower.

In un prossimo post vi parleremo magari degli strumenti più usati per fare il Digital Monitoring, restate connessi sul nostro blog dedicato ad uno degli argomenti che ci coinvolge di più, il Social Media Marketing 🙂

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. 27 giugno 2016

    […] fondamentali i sistemi di misurazione social per un ritorno efficace. Il digital monitoring può essere una strategia vincente per misurare la presenza social di brand e aziende. Quindi è […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.