Storytelling una metodologia narrativa sempre più diffusa…se n’è parlato al #BStory14

Storytelling e comunicazione

Di storytelling se ne sente parlare sempre più, non di certo perché rappresenta una nuova moda, ma perché sta diventando una metodologia narrativa sempre più diffusa.

Dalle grandi alle piccole aziende se ne comincia infatti a fare un uso più intensivo, perché riesce ad impattare, emozionare e coinvolgere il pubblico, più di qualsiasi altra attività comunicativa. Le organizzazioni riescono, attraverso una narrazione sincera di sé a ristabilire un contatto con la gente, sempre meno interessata al messaggio pubblicitario fine a se stesso. Il confine sottile tra comunicazione promozionale e storytelling sta proprio nella disponibilità e sincerità di ciò che si vuole raccontare.

Questo nuovo percorso narrativo, tra l’altro sempre esistito anche nel marketing tradizionale, trova ora la sua espressione migliore grazie ai nuovi media, che facilitano in modo esponenziale la diffusione del messaggio. Attraverso i social network i brand riescono a coinvolgere maggiormente l’utente e a creare interesse verso i propri valori, la propria storia. Una storia coerente e ben raccontata diventa anche un elemento distintivo sul mercato, capace di far superare anche certe impasse comunicative.

Di questo nuovo approccio più emozionale alla comunicazione se n’è parlato in modo approfondito in un recente convegno presso l’Università Iulm di Milano, dove storyteller e aziende si sono incontrate per confrontarsi e premiare le migliori narrazioni d’impresa, per la cronaca ha vinto Fastweb per la sua strategia corporate!

Personalmente ho potuto seguirne solo lo streming su Twitter grazie all’hashtag #BStory14 e ciò che ne ho tratto sono micro pillole di storytelling molto interessanti…ne riporto dei frammenti, proponendomi di tornare presto sull’argomento.
I tweet che seguono rappresentano in minima parte il flusso dei contenuti espressi durante l’evento, in parte sono quelli che mi hanno colpito di più, in ogni caso per farvi un’idea più completa vi invito a dare un’occhiata a #BStory14 su Twitter!

 

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 2 dicembre 2014

    […] ed emotiva che riesce a mettere in relazione le persone. L’emozione è dunque al centro dello storytelling, anche per un’azienda, il visual storytelling può cambiare la percezione del pubblico, riuscire […]

  2. 16 dicembre 2014

    […] ed emotiva che può innescare relazioni. L’emozione è dunque al centro dello storytelling. Anche per un’azienda, il visual storytelling può far cambiare la percezione del pubblico, può […]

  3. 18 dicembre 2015

    […] strumenti innovativi per distinguersi. Un argomento di cui abbiamo spesso parlato in passato è lo storytelling, di come questo tipo di comunicazione stia diventando uno strumento sempre più importante per […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.