“Mens Sana in corpore sano”: un approfondimento su biologico e comunicazione social

biologico-social-network

“Mens sana in corpore sano”, questa volta ci sembra proprio il caso di dirlo!
Oggi, infatti, vogliamo parlare di biologico dato che questo mondo ci affascina molto e, qualche settimana fa in occasione del Sana di Bologna, il Salone Internazionale del biologico e del naturale, abbiamo colto l’occasione per poterlo conoscere meglio e dare un’occhiata da vicino…

Sempre più spesso si parla di biologico ed è innegabile che l’attenzione verso questo tema sia cresciuta moltissimo negli ultimi anni, si è infatti iniziato a parlare prima di agricoltura e di allevamento biologici per poi arrivare all’apertura di negozi, supermercati, ristoranti bio ecc. insomma, il settore si è notevolmente ampliato ed esteso e sembra che la sua crescita ed espansione non accenni a fermarsi.

Tutto ciò è stato possibile grazie alla forte attenzione che il tema del naturale sta riscuotendo tra le persone. Spesso si decidono di acquistare questi tipi di prodotti, un po’ perché siamo sempre più attenti al raggiungimento di un benessere psico-fisico e cerchiamo di condurre uno stile di vita regolare e “sano”, un po’ perché sembra esserci stata una presa di coscienza generale sull’importanza della qualità, a iniziare dal cibo, e una sorta di reazione all’uso di componenti chimiche e artificiali

Ma cerchiamo di capire meglio il concetto di Bio.
Diciamo che con la definizione di biologico si intende un processo di produzione che vuole mirare non solo a offrire prodotti privi di residui “chimici” dovuti all’uso, per esempio, di concimi e pesticidi, ma anche che non abbia conseguenze negative sull’ambiente come inquinamento di acque, terra e aria.

Sana-Bologna

Al Sana abbiamo scoperto che sono circa cinquantamila le aziende che impiegano un metodo biologico nella propria attività, con più di un milione di ettari coltivati con questa tecnica. Al sud si registra il maggior numero di agricoltori, mentre al nord quello di imprese di trasformazione  e distribuzione. L’acquisto di prodotti biologici trova un crescente seguito tra i consumatori e questo è dimostrato anche dal fatto che, se gli acquisti domestici generali di food&beverage, secondo Ismea, sono calati di più del 3,5% le vendite dei prodotti bio non accennano a scendere…

Ma il biologico non riguarda solo la produzione alimentare, come pare più intuibile,  ma abbraccia molti altri campi quali cosmesi, edilizia, turismo, energia ecc. insomma, un mondo trasversale in cui c’è ancora tanto da scoprire e da investire.
Questo interessa tutti, dalla piccola alla media e grande impresa che dovrebbero farsi conoscere meglio grazie a investimenti in comunicazione e marketing. Le imprese coinvolte, per esempio, potrebbero adottare una strategia di Social Media Marketing per aumentare la propria visibilità e raggiungere il pubblico esterno.

Uno degli esempi più interessanti è quello di Alce Nero che è riuscito ad imporsi come un brand di riferimento nell’ambito alimentare biologico ed ha esteso una rete relazionale e commerciale sotto il segno del Bio… Dalla masseria pugliese al pastificio trentino, tutti riuniti sotto un unico brand per fornire prodotti naturali, per rispettare  la terra senza utilizzare sostanze chimiche e impiegare metodi di lavorazione tradizionali. Questi principi sono ben evidenti nella descrizione dei prodotti e in tutte le azioni di comunicazione promosse dall’azienda.
Inoltre, porta avanti una presenza molto attiva sui social media, dando evidenza agli eventi a cui partecipa, postando notizie su prodotti e ricette bio ecc.  Insomma, cerca il modo di presentarsi e farsi conoscere così da instaurare rapporti diretti e costanti con il pubblico e dialogare con esso.
In risposta è possibile ottenere un buon numero di condivisioni ed una maggiore fidelizzazione. Bisogna tenere presente che sempre più utenti sono attivi sui social network e qui ricercano informazioni, consigli e contatti.

È quindi molto importante rendersi accessibili e farsi conoscere per attirare il pubblico e una buona attività sui social network può sicuramente aiutare a raggiungere questo obiettivo… condividere con gli altri i propri prodotti, metodi di lavorazione e molto altro aiuta, infatti, a rendersi visibili e creare empatia!

 

 

Potrebbero interessarti anche...

3 Risposte

  1. 24 settembre 2013

    […] Il biologico anche quest'anno al Sana di Bologna, le imprese investono in comunicazione e marketing per espandere il business ed essere attive sui Social Media  […]

  2. 25 settembre 2013

    […] Il biologico anche quest'anno al Sana di Bologna, le imprese investono in comunicazione e marketing per espandere il business ed essere attive sui Social Media  […]

  3. 10 ottobre 2013

    […] ecc. Ultimamente, però, come già si accennava nel nostro precedente approfondimento su biologico e comunicazione social  si sta verificando un’inversione di marcia a favore del naturale, preferendo comprare prodotti […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.