Archivi tag: eventi 2.0

#Turbobusiness un network di sinergie al servizio di aziende B2B!

Turbobusiness2-comunicazione-b2b

Partiamo dal presupposto che l’obiettivo di Wiseup Comunicazione è riuscire a creare un network intorno al progetto #Turbobusiness, un modello di social business finalizzato a realizzare le sinergie necessarie per migliorare la competitività di aziende e PMI del territorio bolognese.

Turbobusiness per dare un quid in più al proprio business, si è partiti da una semplice domanda “le Pmi di cosa hanno bisogno?” Ovviamente  non solo di innovare comunicazione ed organizzazione, ma di dare e ricevere qualcosa in più, avere a portata di mano nuovi strumenti.

Per rispondere a queste domande si deve partire dagli interventi dei relatori che hanno trattato temi inerenti a comunicazione digitale, social business e organizzazione aziendale. Un incontro dedicato al settore B2B all’interno di una splendida location che è il cuore della storia dell’industria bolognese e della sua capacità di fare innovazione, il Museo del Patrimonio Industriale.

Turbobusiness-Museo-Patrimonio-Industriale

Partiamo quindi da Domenico Tosello che con il suo intervento “Dal marketing al Social Business” ha definito cosa si intende per social business, passando da alcune considerazioni sul marketing, il tutto per fornire spunti di cambiamento per le imprese. Ecco quindi una carrellata di concetti estrapolati direttamente dal suo speech.

Il Social Business è sostanzialmetne un’organizzazione centrata sulle persone, mette in relazione interno ed esterno dell’azienda, non solo clienti, ma anche collaboratori, fornitori, stakeholder ed aziende. I mercati e le organizzazioni sono conversazioni frutto di persone che comunicano tra loro, tutte le funzioni partono da dialoghi tra persone. L’azienda diventa un ecosistema sempre più complesso. La sua competitività dipende dalle connessioni, link e reti che l’azienda sa attivare, all’interno e all’esterno della propria realtà. L’introduzione in azienda di logiche di rete riesce a migliorare l’operatività ed i risultati di business, a far funzionare meglio l’organizzazione e, grazie all’interscambio di informazione tra dipendenti, a migliorare anche i processi interni aziendali.

Il marketing, come altre funzioni aziendali, sta facendo un’evoluzione, da area aziendale a cultura diffusa. La responsabilità della relazione con il cliente è sempre meno compito di poche persone che rappresentano la voce istituzionale dell’azienda. In un ambiente comunicativo sempre più social diventa responsabilità di molti. Il marketing quindi non è solo vendere un’immagine ormai vuol dire mettersi in relazione con i diversi interlocutori,.
Non è più tempo di comunicare in modo unidirezionale, questo tipo di comunicazione non funziona più, anzi può esser soggetta a critiche pesanti da parte del pubblico. Basta vedere cosa succede ad alcuni spot e messaggi troppo unidirezionali. Gli utenti/consumatori si stanno abituando ad un tono della comunicazione sempre più personale e reale.

Sempre meno la competitività dipende dalla tecnologia, la tecnologia che faceva la differenza dieci anni fa ora, può essere in mano a chiunque, ciò che fa la differenza è sempre l’essere umano, il solo in grado di gestire realmente la complessità.
Nei processi collaborativi di innovazione se si coinvolgono da subito i clienti, fruitori e partner, si riesce ad ottimizzare i costi di  ricerca & sviluppo ed il time to market, la capacità e la velocità di immettere innovazione nel mercato.

Il focus è dunque migliorare l’esperienza del cliente ed i potenziali vantaggi sono stati misurati. In alcune aziende americane stanno già misurando quanto influisce immettere progetti di social business, innovazione culturale, organizzativa e comunicativa. Anche in Italia le grandi aziende stanno lavorando in questo senso e molti di questi concetti sono validi anche per PMI e medie aziende.
Perché anche se il cambiamento è estremamente rapido e la capacità di reagire sempre troppo lenta, il viaggio va fatto con il proprio passo e senza paura.

Il consiglio è di rileggere l’organizzazione per trovare nuovi strumenti, nuove mappe, considerando anche le parti non strutturate ed informali, e di riprogettare il tutto in modo allargato, condiviso e non a compartimenti stagni, incentivando quindi la capacità di coprogettare. Bisognerebbe avere il coraggio di provare e sbagliare, trovare nuovi modelli di business, i cambiamenti a volte sono spinti dal management, poi vengono portati avanti da squadre multi disciplinari, interfunzionali, con diversi punti di vista ma con un unico obiettivo: mettere al centro la customer experience, non più solo la soddisfazione sul prodotto ma saper dare ai clienti un’esperienza completa.

Turbobusiness-Paola-Frateschi

Per quanto riguarda la comunicazione, nel mio intervento sull’evoluzione della comunicazione nel B2B ho sottolineato come anche in questo settore si avverta la necessità di sviluppare nuovi canali comunicativi, uscendo da una logica fatta solo di fatturato, risultati di business e ROI, per potenziare un marketing più relazionale. Analizzando alcun dati si constata che i budget in marketing e comunicazione sono previsti in aumento nei prossimi anni, si percepisce un maggiore ottimismo da parte delle aziende.

Si comincia a parlare di marketing integrato anche se gli aumenti più evidenti saranno più in ambito digitale. Partendo dal sito, sempre più importante per generare nuovi contatti, passando dai social network per aumentare visibilità, coinvolgimento ed interazioni. L’acquisto di un prodotto ed un servizio B2B non avviene mai per impulso ma è sempre frutto di una relazione costruita nel tempo, frutto di referenze ed un’attenzione particolare su prodotti/servizi. Si evince così che la vera sfida per i marketer del futuro sarà la capacità di integrare il social media marketing nelle proprie strategie, la capacità di raccontare la propria azienda, i suoi valori la sua visione.

Ed eccoci quindi arrivati all’intervento di Lisa Gelhaus incentrato su quali social network sia meglio utilizzare nel B2B e soprattutto su come farlo, ma questo importante aspetto lo tratterò nel prossimo post,  quindi stay tuned con Turbobusiness ;)

Turbobusiness-team

 

 

 

#BTO2013: innovazione digitale per il turismo

bto-turismo


Torniamo a parlare di turismo in Italia
. Turismo che ormai da molto tempo fa rima con sviluppo, innovazione, tecnologia digitale. Tendenze e allo stesso tempo bisogni che stanno rivoluzionando il modo di concepire uno dei settori più importanti della nostra economia e che quindi, in qualche modo, interessa tutti quanti.

Molti e variegati sono stati i temi affrontati durante uno dei più grandi eventi dedicato al turismo: il BTO 2013, appena conclusosi a Firenze e promosso dalla Regione Toscana, Toscana Promozione e Camera di Commercio di Firenze. Un successo enorme visto i 7 000 partecipanti e i 220 relatori internazionali che nel corso delle due giornate dell’edizione 2013, si sono alternati scambiandosi analisi, previsioni, considerazioni.
Potenzialità, quelle turistiche, che forse non sono state ancora totalmente colte. E dire che le risorse, la “materia prima” certo non manca.

Che si può fare quindi per migliorare, per non rimanere indietro rispetto ad altri paesi come Francia, Inghilterra e attirare turisti stranieri?
Stare al passo coi tempi, non farsi trovare impreparati o in ritardo rispetto a quello che capita. Cogliere i trend, modernizzarsi e usare tutti i mezzi per farlo, soprattutto in campo digitale. Perché il nostro è un Paese davvero vario e ricco di bellezze intese come paesaggio, patrimonio artistico e agroalimentare. Se si integrano i diversi elementi in modo sinergico, si può avere un indiscutibile vantaggio attirando stranieri e continui flussi di viaggiatori.

Si deve puntare soprattutto sulla narrazione. Aprirsi e dar vita a un vero storytelling che parta da tutti, dagli Enti pubblici ai commercianti, albergatori, ristoratori… uniti verso lo stesso obiettivo di raccontare cultura e tradizione. Si può parlare della storia dietro ai prodotti e al territorio, darle voce anche attraverso i social media.
Sono proprio i racconti ad attirare e coinvolgere visto che trasmettono emozioni. Alcune regioni italiane  l’hanno ben colto, come la Puglia che ha dato vita a  “My Puglia Experience”.  Evidenziare i particolari più accattivanti e non lasciar spazio alla noia.

Per quanto riguarda le Istituzioni, c’è bisogno di persone competenti e innovative specie nelle posizioni chiave. Concretamente, ci sarebbe bisogno di “sburocratizzare le pratiche”, snellire e semplificare le regole. È emersa una necessità di centralizzare, di realizzare un coordinamento nazionale vero per muoversi in un’unica direzione e promuovere il territorio in modo coerente. Allo stesso tempo, però, bisogna dar luce alla “biodiversità italiana” cioè alla ricchezza di usi e tradizioni all’interno di ogni singola regione.

C’è la necessità di cogliere a pieno l’importanza dell’innovazione digitale integrando più piattaforme online. Investire  nella promozione sul web per far sì che il turista stesso abbia la possibilità di costruirsi e prenotare una vacanza su misura. Il viaggiatore è sempre più connesso e vuole conoscere e vivere a pieno un luogo. Un bell’esempio di promozione territoriale, di cui abbiamo parlato, è il caso della regione Marche.

Interagire con tutti gli interlocutori per farsi vedere attivi e aggiornati. E questo si realizza anche grazie ai social network. L’importanza del dialogo e della condivisione con gli utenti si è visto nel TER. Un territorio che si vive in maniera collettiva attraverso uno sharing di esperienze diverse. È cambiato il turista che diventa “co-autore”, complice lui stesso della valorizzazione del patrimonio territoriale.
Anche la cultura può entrare e diffondersi sui social grazie sia al viaggiatore che alle strutture turistiche.

Infine, si è parlato di recensioni e della loro importanza oggi. Un ottimo strumento sempre più usato dai turisti. Si è considerato, inoltre, l’aspetto legale collegato ad esse e come gli albergatori possono difendersi dalle recensioni false.

Queste sono alcune nostre considerazioni sul BTO. Altri temi li potete trovare su Twitter visto che #bto2013 è stato uno degli hashtag più usati in Italia con 18700 tweet.
Il passaparola, i rapporti con i clienti oggi si sviluppano sul web e tutte le strutture dovrebbero tenerlo in considerazione. Chi  ne ha compreso l’importanza sta riscontrando un incremento nelle opportunità di business…

 

#FoodTTT quando i social media incontrano il Food

#FoodTTT  Bologna 18/05/2013

#FoodTTT Bologna 18/05/2013

 

Gare culinarie, ricette di ogni sorta e piatti fumanti ormai sono i protagonisti indiscussi dei media, sempre presenti in trasmissioni pensate ad hoc oppure inserite in rubriche e in spazi ad essi dedicati… Insomma, una vera e propria invasione del food!

Ma cosa succede quando food e social si incontrano? Ecco che a colpi di forchette e clic nascono blog, siti, app e pagine sui social network in cui l’argomento è solo uno: il cibo!

Chiunque può provare a “fare lo chef” e condividere tramite i social media i risultati dei propri esperimenti con tanto di foto, lista della spesa e indicazioni per una preparazione passo a passo delle ricette, a prova di errori. Tutto questo è reso possibile grazie al passaparola online, ovviamente.

Di come sia cambiato il modo di parlare e concepire la cucina grazie a internet e quali siano le modalità più efficaci per farlo sarà affrontato al nuovo evento #Food TTT di Bologna, sabato 18 maggio.

Un’occasione non solo per approfondire come il digitale sia in grado di aumentare le possibilità di condividere conoscenze ed esperienze legate all’alimentazione ma anche per dialogare con gli ospiti e tutti i partecipanti online e offline. Inoltre si potrà partecipare alla degustazione di un aperitivo ecosostenibile al termine degli interventi… Quale occasione migliore?

Food TTT è organizzato dall’Associazione SociaLab TTT e si svolgerà dalle ore 18:30 in contemporanea presso le città di Lecce, Corato, Roma, Bologna, Genova, Milano e Parma. Un evento a 360 gradi per indagare tutti gli aspetti legati al cibo e ai social media.

All’appuntamento di Bologna, focalizzato sul rapporto social media e cibo, interverranno alcuni illustri protagonisti, noti blogger, coinvolti direttamente in questa duplice realtà:

  • Francesca Gonzales, food blogger di Spadelliamo insieme ed appassionata di cibo e cucina. Nel suo blog sono sempre presenti ricette stuzzicanti, recensioni, eventi, informazioni su app sul cibo e tanto altro.
  • Alice Savorelli, food blogger di Cotto&crudo e autrice di libri di cucina vegana. Scrive non solo raffinate ricette vegane ma avanza una vera e propria filosofia dell’alimentazione sostenibile.
  • Sara Balestri e Vito Cortese, chef crudisti promotori del progetto Nudo&crudo.net una scuola di cucina crudista itinerante che fa corsi in Italia e nel mondo.

Per partecipare all’evento occorre registrarsi sul sito del SociaLab TTT  l’iscrizione è gratuito, invece per l’aperitivo è previsto un contributo di 10 euro a partecipante.
La sede dell’evento sarà presso l’Associazione Fuori Moda, in via Cesare Battisti 9, mi raccomando suonare al campanello con su scritto “Interno 2”!

Per chi volesse avere ulteriori informazioni potrà scrivere direttamente a info@socialabttt.com.

Ci si vede sabato 18/5. Stay tuned!

 

#PoliticsTTT: Rapporto Social Media e Politica

 

PoliticsTTT Locandina

PoliticsTTT Locandina

A seguito dell’ultima campagna elettorale, è chiara più che mai la crescente interazione fra politica e nuovi media. Dopo il successo riscosso dalle campagne elettorali di Obama, che per primo ha colto le opportunità che il web può offrire anche in ambito politico, in Italia stiamo assistendo alla stessa evoluzione della comunicazione politica: sempre più spesso, i politici diventano protagonisti attivi sui social network e condividono le proprie proposte e attività con gli utenti della rete.

La comunicazione con i cittadini diventa di tipo orizzontale e si crea un rapporto alla pari…sul web e sui social network infatti tutti hanno gli stessi diritti e doveri. Ecco che il politico fa sempre più un lavoro di marketing, una self-promotion e conquista le persone con parole ed emozioni.

Di tutto questo si parlerà Sabato 23 Marzo a un nuovo TTT, totalmente dedicato al rapporto tra politica e social media. Un dibattito aperto con relatori esperti che racconteranno la loro esperienza sul tema e faranno un’analisi di come evolve la comunicazione in questo ambito. Il tutto accompagnato da un aperitivo eco sostenibile, un momento di grande socialità ed interscambio online/offline. Il fine infatti di questi eventi è di approfondire argomenti legati al web ed intrecciare nuove relazioni, conoscersi e scambiarsi esperienze.

#PoliticsTTT, è organizzato come gli altri eventi, dall’Associazione SociaLabTTT, declinata in team territoriali a seconda delle città che partecipano all’iniziativa in streaming, in questo caso: Milano, Genova, Bologna, Roma, Lecce e Corato (Ba). Focus dell’associazione: promuovere una cultura digitale sostenibile e responsabile.

Per l’occasione a Bologna i nostri ospiti saranno: 

  • Pierluca Santoro, illustre blogger de “ilGiornalaio”, un esperto di new media e punto di riferimento per chi si occupa di marketing e comunicazione sul web
  • Emanuela Zaccone, una delle ideatrici di #Italia2013 e #iovotoper , i due hashtag che hanno segnato l’ultima campagna elettorale su Twitter
  • Giovanni Scrofani,  promotore e  promulgatore di Gilda35, blog dadaista, di satira politica, televisione, social network, web, programmi tv e tendenze del web.
  • Matteo Lepore, Assessore al Comune di Bologna, molto impegnato in progetti di miglioramento della comunicazione nella pubblica amministrazione. Molto attivo sul web e ovviamente sui social network.
  • Andrea Nelson Mauro, portavoce dell’associazione Spaghetti Open Data, una comunità di normali cittadini che sostengono saldamente la libera informazione e l’accesso alle informazioni pubbliche

L’appuntamento bolognese sarà trasmesso in diretta streaming su http://enter.it/socialabttt/,  inizio diretta ore 18:30. Per i fortunati iscritti all’evento (al momento siamo sold-out!), ci troveremo presso la sede di Hibo di via Matteotti 21.

Per chi volesse maggiori informazioni e prendere contatto con l’Associazione, può scrivere a info@socialabttt.com.
Ci si vede sabato 23/3. Stay tuned!

#EventsTTT Bologna: eventi & social media

Bologna TTT08

SocialabTTT Bologna

Eccoci arrivati ad una altro TTT, per la precisione l’ottavo, che a Bologna come nelle altre città, si terrà il prossimo 26 gennaio; in questa occasione l’aperitivo social #EventsTTT è stato ideato ed organizzato per scoprire e approfondire la relazione tra Eventi e Social Media.

Andremo ad esplorare il ruolo svolto dall’utilizzo dei social network quando si ha a che fare con l’organizzazione di un evento di qualsiasi tipo, che sia una conferenza, uno spettacolo, una convention di specialisti, ecc, a parlarcene a livello strategico e non solo, saranno due ospiti molto interesssanti e anche molto noti sul territorio: Roberto Cobianchi e Francesca Sanzo. Roberto è cofounder e blogger di foursquareitalia.org (osservatorio italiano su Foursquare), noto organizzatore dei Foursquare Day Bologna, delle due conferenze dei Sindaci di Foursquare e di altri eventi incentrati sul tema del geo-marketing e più in generale della geolocalizzazione.
Francesca è una notissima blogger, una freelance esperta di social media marketing e anche l’autrice di un noto spettacolo proprio ora in tournè a Bologna, lo spettacolo teatraleLa rivincita del calzino spaiato: pensieri di una mamma POST modern”.

I nostri due ospiti ci parleranno della loro esperienza nell’organizzazione di eventi tramite un uso mirato dei social network e di Twitter in particolare, ci forniranno alcuni input e consigli interessanti per creare e gestire i contatti sui social media, creare engagement e promuovere appunto un evento perchè abbia successo e la giusta notorietà sul web; il loro intervento sarà sicuramente molto articolato e pieno di spunti per le riflessioni successive e le eventuali domande dal pubblico.

Sarà dunque una chiacchierata informale a cui seguirà un dibattito con i partecipanti del TTT live, il tutto sarà infatti in diretta simultanea con altre quattro città (Roma, Lecce, Milano, Genova). L’evento sarà trasmesso in Streaming su www.socialabttt.com grazie al partner tecnologico Enter. Inoltre sarà possibile seguire il racconto live dell’evento attraverso i canali social del “SocialabTTT” e contribuirvi utilizzando l’hashtag #EventsTTT/sigla città (es.#EventsTTT/Bo). E non solo…dopo il dibattito in tutte le città seguirà il social aperitivo a km0, momento di condivisione e networking tra tutti i partecipanti. A Bologna il vino verà gentilmente fornito da Poderi delle Rocche, mentre l’aperitivo da Lab 16…affrettatevi dunque a prenotare il vostro posto per Bologna, aspettiamo le ultime adesioni…per iscriversi compilare il modulo su socialabttt.com/partecipa

Ci fa piacere considerare questo evento come un ulteriore tentativo di abbattere qualsiasi barriera o digital divide e infatti ci siamo ormai abituati a pensare ai TTT come a dei veri e proprio eventi nazionali di formazione e autoformazione sull’utilizzo dei canali digitali, grazie al contributo di esperti ed appassionati della rete che con la loro partecipazione diffondono la loro esperienza/conoscenza su svariati temi, tutti legati al mondo dinamico del web. A questo scopo è stata di recente anche istituita un’associazione per la promozione di questi eventi e non solo, l’ambizione del SocialabTTT è quella di creare un vero e proprio network, nazionale prima e internazionale poi, di formazione e sviluppo sull’utilizzo dei nuovi media. Per rimanere sempre aggiornati sull’evoluzione di questo progetto, non resta che seguire il sito dell’associazione e partecipare attivamente agli appuntamenti bimestrali…gli #EventsTTT!!