Biologico: tradizione e modernità si incontrano sui Social Network

Comunicazione-bio

Come si potrebbe descrivere lo stile di vita e i metodi di produzione moderni, quelli a cui siamo abituati da anni? Sicuramente tecnologia, scienza e velocità sono solo alcune delle associazioni più spontanee che ci vengono in mente pensando a questo. L’imperativo, molte volte, può sembrare produrre il più possibile in tempi ristretti, cercando di ottimizzare e raggiungere livelli di efficienza sempre più elevati, con ogni mezzo.

Se pensiamo ai beni di consumo più comuni, abbiamo la consapevolezza che  essi devono “presentarsi nel migliore dei modi”, apparire esteticamente belli per invogliare l’acquisto e questa logica si riflette anche sul cibo. Frutta e verdura, per dire, devono essere di una certa dimensione e comparire sugli scaffali dei supermercati privi di ammaccature, devono sembrare perfetti, e questo è ottenibile in molti casi usando sostanze chimiche, insetticida, antibiotici ecc.
Ultimamente, però, come già si accennava nel nostro precedente approfondimento su biologico e comunicazione social  si sta verificando un’inversione di marcia a favore del naturale, preferendo comprare prodotti alimentari, e non solo, ottenuti con un metodo di lavoro tradizionale che non ricorre al “chimico” e viene quindi percepito come sano.

Ma questo mondo in un certo senso “tradizionale”, può trovare un punto d’incontro con la modernità e la tecnologia? Come si possono conciliare i due aspetti?
Questa convergenza può avvenire proprio nell’ambito della comunicazione e del digital marketing. Infatti, il web e i nuovi media danno la possibilità di trasmettere al meglio i valori tradizionali insiti nel biologico, rendendolo accessibile ed enfatizzandone alcuni aspetti.
Innanzitutto, riflettiamo su quanto sia facile creare una rete, dar vita ad un ampio network di contatti all’interno dei social media ed estendere i rapporti interpersonali. Si può, per esempio, dare visibilità all’intera filiera produttiva in campo biologico, (dal produttore al venditore finale) e diffondere informazioni sulla propria attività, creando una connessione costante con potenziali collaboratori e consumatori. Si possono facilmente mettere in evidenza  tutti i plus e i vantaggi di  un tipo di produzione naturale e farli conoscere. Se un’impresa BIO riesce a creare una rete con altre realtà e a comunicarlo al pubblico, si hanno due effetti principali: da una parte si fa garante del suo network dichiarando di collaborare con aziende che condividono la sua filosofia e metodologia di lavoro; dall’altra ne trae essa stessa beneficio dato che tutte le realtà del gruppo garantiscono in un certo senso per lei. Così facendo, il potenziale cliente/collaboratore sarà più incentivato ad interfacciarsi con tutto il gruppo, essendo ben chiari i valori da esso condivisi.

Non è tutto, infatti, i social network offrono la possibilità di approfondire qualunque tema e di essere aggiornati costantemente e in tempo reale.
Se si riescono a produrre e diffondere contenuti accattivanti condividendo foto, articoli video ecc., si può attrarre il pubblico esterno e raggiungere buona visibilità in maniera duratura. Pensiamo a quanti vantaggi si potrebbero ottenere creando portali web dedicati al bio e connessi con i principali social network. Si può, infatti, formare una comunità di persone in continuo fermento, desiderosa di confrontarsi e chiedere pareri. Si possono rendere pubbliche alcune storie ed esperienze da parte dei consumatori e produttori, dare e ricevere consigli su prodotti, promuovere con il passaparola le imprese e le iniziative migliori…

Oppure riflettiamo su tutte le opportunità di sviluppo ed espansione di business che si riuscirebbero ad ottenere con una sezione e-commerce. Oggi Internet permette di raggiungere direttamente i potenziali consumatori anche al di fuori dei confini nazionali ed è un canale di acquisto sempre più utilizzato, soprattutto all’estero. Rappresenterebbe, quindi, un ottimo modo per esportare i prodotti made in Italy Bio e conquistare nuovi mercati (non dimentichiamoci inoltre della forte associazione tra qualità e prodotti nostrani).

Anche  per questo settore il web mette a disposizione  varie opportunità di sviluppo che le aziende bio dovrebbero cogliere. Tradizione e modernità possono quindi coesistere  traendo vantaggi l’una dall’altra!

You may also like...

2 Responses

  1. 14 ottobre 2013

    […] Il biologico comunicato attraverso il web e social media per trasmettere i valori tradizionali del lavoro e produzione, acquisire visibilità e formare network  […]

  2. 13 novembre 2013

    […] abbiamo già accennato nel precedente post su biologico e social network,  l’e-commerce sta diventando uno dei canali privilegiati per vendere ed effettuare  acquisti. […]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>